La macchina deve essere fissata con appositi tasselli al pavimento?

Il fissaggio a terra non è necessario. La macchina ha una struttura stabile e generosamente dimensionata per le sue accelerazioni, che garantisce un'alta stabilità e assenza di vibrazioni.

Come è strutturato il sistema di aspirazione della macchina?

Sulla macchina sono presenti due punti di aspirazione: uno connesso al piano di lavoro e uno interno alla cabina di protezione. In questo modo si riescono ad evacuare in modo efficiente fumi e vapori di lavorazione. La portata complessiva di aspirazione consigliata è di circa 3000/4000 m3/h.

Come scelgo il miglior sistema di filtrazione?

La scelta del sistema di filtrazione dipende dalla tipologia dei materiali lavorati e dalla normativa vigente nel luogo di utilizzo. Tipicamente per la lavorazione del metacrilato (PMMA) sono impiegati filtri a carboni attivi. Consigliamo di rivolgersi ad un produttore del luogo, per risparmiare sulla manutenzione.

Gli scarichi dei fumi sono nocivi alla salute?

In genere i fumi di lavorazione possono essere nocivi e devono essere filtrati prima di essere immessi nell’ambiente. La natura dei fumi dipende comunque dal materiale lavorato e la concentrazione degli inquinanti emessi dipende dalla quantità di lavoro.

Il controllo lineare è su tutti gli assi?

La nostra macchina PLUS CP utilizza una struttura Gantry con motori lineari ad alta dinamica sugli assi X W ed Y e tramite motore Brushless a vite sull'asse Z. Sugli assi X W ed Y il feedback di misura è realizzato con righe lineari induttive ad alta risoluzione con encoder assoluto. Anche sull'asse Z il feedback è realizzato con encoder assoluto. All'accensione la macchina non necessiterà di eseguire la procedura di Zero assi (home position) e sarà subito pronta per la lavorazione; questo è uno dei vantaggi degli encoder assoluti.

Qual è l'altezza del piano di lavoro?

L’altezza del piano di lavoro è di 900/950mm a seconda della regolazione degli appoggi a terra della macchina.

Come è composto il percorso ottico della macchina?

Uno dei punti di forza della macchina è il posizionamento del laser direttamente sul portale mobile (Gantry). Questo permette un percorso ottico compatto con pochi specchi di rinvio e con solo uno specchio mobile. Di conseguenza la variazione di lunghezza del percorso è minima. Il percorso ottico è sigillato con tubi e soffietti compensati, in modo da non avere effetti di pompaggio dell’aria esterna durante i movimenti. Il tutto è pressurizzato con aria filtrata ed essiccata a garanzia di una estrema costanza di prestazioni nel tempo e virtuale assenza di manutenzione.

Quali sono le dimensioni del piano di lavoro delle macchine?

PLUS CP: Plus 2515 (dimensioni effettive 2550x1550mm) Plus 3020 (dimensioni effettive 3080x2050mm) LTS: LTS 1513 (dimensioni effettive 1550x1250mm) LTS 2413 (dimensioni effettive 2450x1250mm) LTS 2015 (dimensioni effettive 2050x1550mm) LTS 3020 (dimensioni effettive 3050x2030mm)

Si possono riscontrare problemi con pannelli dipinti o con stampe Serigrafiche?

Vernici o stampe non rappresentano un problema per il taglio laser. La macchina può essere dotata di una telecamera per l’allineamento del taglio al profilo stampato tramite il riconoscimento di fiducial mark (crocini).

Specifiche tecniche del materiale plastico (PA-POM), fino a che spessore si può tagliare?

Il PA o il POM possono essere lavorati ma vanno caratterizzati perché esistono in molte varianti. In teoria lo spessore di 20mm non è un problema ma i risultati ottenibili vanno verificati. Sul PMMA gli spessori lavorabili con qualità superano ampiamente i 20mm.

Come funziona l'applicazione spengi fiamma?

Il nostro esclusivo sistema spengi fiamma evita l’innesco della fiamma portando il rapporto di concentrazione aria/fumi sotto la lastra a valori non compatibili con l’innesco della stessa. Questo è realizzato tramite l’uso di una serie di barre soffiatrici, azionate dal CNC, in accordo con la posizione della testa di taglio.

Il materiale a nido d’ape che funge da piano di appoggio di che materiale è composto? è necessario cambiarlo spesso?

Per il piano di lavoro non viene usato un nido d’ape poiché con le potenze impiegate andrebbe in contro a una veloce usura. Viene invece impiegata una serie di stecche lenticolari sagomate di alluminio anodizzato. Le stecche sono sostituibili singolarmente e non subiscono una usura veloce. Questa soluzione diminuisce inoltre i punti di contatto tra il piano e il materiale.

Come viene gestita l'origine delle lavorazioni sul piano di lavoro?

La macchina permette di definire e gestire molti punti zero, quali la posizione attuale della testa o una posizione di zero del piano o la posizione di una attrezzatura di fissaggio. Questi punti sono attivabili a scelta dall’utilizzatore tramite il software di controllo o il software cad/cam utilizzato. Nel caso di figure stampate da ritagliare, l’uso di una telecamera e di fiducial mark stampati permette la gestione automatica di posizione ed allineamento.

In che modo la testa di taglio trova la corretta posizione focale per lavorare i diversi spessori? Deve essere cambiata manualmente, oppure è gestita dal software?

La posizione Z della testa di taglio è gestita dal controllo ed è uno dei parametri impostabili nel database della tecnologia di taglio.
Grazie al controllo integrato della Z lo spessore del materiale e la focalizzazione sono gestibili senza intervento manuale.

Il controller ed il software operativo in che lingua sono?

Il software di controllo è multilingua, ed il tedesco è una delle opzioni implementate. (Italiano, Tedesco, Inglese, Francese, Cinese, Brasiliano, Spagnolo...)

Cosa è possibile fare tramite il Software Smart Manager?

Il software Smart Manager permette di gestire la macchina e visualizzarne lo stato o gli allarmi.
E' possibile caricare part programs, associarci una tecnologia, stimare i tempi di lavorazione ed avviare la stessa.
E' possibile inoltre definire i parametri tecnologici di taglio, creare e gestire un database dei materiali e definire i relativi parametri di lavoro.
In caso di interruzione di lavorazione per black out, emergenza e/o allarmi, è possibile effettuare una ripresa della lavorazione dal punto esatto in cui è stata interrotta, riprendere da un punto precedente l'interruzione oppure passare ad un tracciato successivo.
E' possibile creare un merge (unisci lavorazioni) e programmare una schedulazione con cambio pallet tra una lavorazione e quella successiva.

Che estensione hanno i file delle lavorazioni? che estensioni sono accettate dal Cad/Cam offerto con il sistema? l'estensione JOP del programma OptiScout è accettata?

Il software di gestione macchina Smart Manager accetta in ingresso files in un formato specifico (.NC, .RNC)
Questi files possono essere generati da vari sistemi Cad/Cam dotati di opportuno post processor. 
Un Cad/Cam capace di importare files DXF, DWG, EPS, JPG, BMP, PLT, PDF, PNG può essere fornito con il sistema.
A richiesta, per una semplice disposizione dei files sul piano di lavoro della macchina, viene anche fornito il software Smart Composer.
Questo software permette l’importazione delle estensioni precedentemente descritte e la rilettura ed eventuale modifica dei file .NC e .RNC precedentemente generati.
All'interno del software è presente un'applicazione per la creazione dei pannelli luminosi (back Light Panel - LGP).
Il formato JOP è proprietario e non è attualmente supportato.
Potrebbe venir supportato qualora fossero disponibili informazioni sul formato.

E' possibile modificare/generare files direttamente a bordo macchina?

Il software Smart Manager è dedicato alla gestione della macchina e del database delle tecnologie di taglio e svolge le funzioni di esecutore.
Piccole modifiche di scala e rotazione sono effettuabili da Smart Manager, mentre, per la realizzazione e modifica dei disegni, si utilizza un programma Cad/Cam.
Grazie a Smart Composer, programma online a bordo macchina che si interfaccia direttamente col controllo della stessa, è possibile disegnare nuovi files sia vettoriali che raster, caricare lavori già eseguiti, modificarli e crearne in caso una matrice e/o un nesting.

Il Vostro sistema può operare con il Software Eurosystem (Optiscout Ver 7. O Ver. 8.0)?

Attualmente l’interazione con il software Eurosystem può avvenire solo a livello di files cad compatibili (ad esempio dxf). 
Non abbiamo alcuna preclusione nel fornire a Eurosystem le specifiche necessarie alla realizzazione di un post processor dedicato alle nostre macchine.

E’ necessario nominare un responsabile della sicurezza del Laser?

In ottemperanza alla normativa europea in tutte le installazioni di sistemi laser di potenza (contenenti una sorgente in classe 4) è necessario nominare un responsabile della sicurezza laser questo anche quando, come la nostra PLUS, la macchina è classificata in classe 1 a causa delle protezioni implementate.

Sono installati dei controlli, fotocellule e interruttori sulla carenatura? (Teoricamente potrebbe funzionare con la carenatura aperta?)

Le parti mobili della cabina sono dotati di interruttori di sicurezza, il funzionamento a cabina aperta configura la macchina come un sistema laser di classe 4 ed espone anche ai pericoli meccanici relativi al movimento del portale.

Fino a quale punto del piano di lavoro si apre la carenatura di protezione?

L’apertura della cabina di lavoro è pressoché totale, il piano di taglio risulta accessibile a cabina aperta per oltre 2900 mm.

Sono previsti specifici parametri per l’utilizzazione di diversi tipi di materiale?

Il software Smart Manager conserva un database con i parametri di utilizzo relativi ai diversi tipi di materiale.
il database è in formato .XML, quindi si può esportare ed importare.

In caso di fermo macchina, con quale rapidità la Vs. azienda è in grado di inviarci un tecnico specializzato per il servizio?

Immediato contatto telefonico o in tele assistenza per capire la natura del guasto (chiamata e teleassistenza GRATUITA).
Rapido intervento sul posto per guasti che non richiedono una logistica relativa all’invio di componenti non trasportabili da parte del personale che interviene.

Programma di manutenzione (service): Quali sono gli intervalli programmati per il Service, l’unità di raffreddamento etc etc?

Data l’elevata affidabilità della macchina e dei componenti non sono prescritti intervalli programmati di service.
Si consiglia di effettuare un controllo con cadenza annuale.