Taglio laser di una fustella: ecco come funziona

Giovedì 05 Aprile 2018

Come funziona taglio laser fustella

Dopo aver spiegato come si produce una fustella, vogliamo approfondire l’aspetto legato al taglio laser della fustella.

Il taglio laser di una fustella si divide in due grosse branche:

  1. taglio fustelle piane

  2. taglio fustelle rotative

Taglio laser di una fustella piana

Una fustella piana viene ricavata da un pannello di betulla che solitamente è alta 18 mm. Il pannello deve rispettare delle tolleranze sia in termini di spessore che di planarità, poiché in caso contrario ci sarebbero grossi problemi di fustellatura.

Il taglio laser viene fatto seguendo delle strette regole di precisione legate alla larghezza dei canali tagliati con il laser, che sono precisamente 0,71 mm (2 punti) o 1,05 mm (3 punti).

I laser di ultima generazione come quelli di Cutlite Penta sono in grado, grazie a dei software, di modulare i tagli effettuati in 8 direzioni con precisi off-sets. La fustella tagliata con precisione deve avere la stessa larghezza di precisione sia sulla parte superiore che su quella inferiore, così da garantire la tenuta dei filetti di taglio.

Sono molteplici gli elementi che incidono sulla precisione del taglio laser di una fustella, come ad esempio le caratteristiche della macchina (uso di viti a ricircolo di sfere ad alta precisione o motori lineari), la precisione della focale e la stabilità del flusso laser.

Oltre al taglio laser, spesso è impiegata anche la testa di marcatura galvanometrica in grado di scrivere numerose informazioni sulla fustella in pochi secondi, con la garanzia di un risparmio di tempo e gas.

Taglio laser di una fustella rotativa

Una fustella rotativa viene generalmente ricavata da un pannello di pioppo di 13 mm con diametri che vanno da 176 a 800 mm.

Come nel caso delle fustelle piane, anche per quelle rotative è fondamentale il rispetto di alcuni rigidi canoni di planarità e spessore. Il taglio viene fatto solitamente con larghezza di 1,42 mm (4 punti).

Il taglio laser di una fustella rotativa comincia da un montaggio off-line fuori dalla macchina, avvitando dei supporti di legno all’interno della cavità inferiore del guscio rotativo, che sarà alloggiato poi nel guscio rotativo.

In seguito viene montata una testa di fresatura con cambio utensile, così da poter fresare apposite tasche che sono fondamentali per il montaggio di ulteriori supporti per la fustellatura della fustella rotativa.

Cutlite Penta produce sia laser per fustelle piane che per fustelle rotative stand-alone, ma anche sistemi combinati piano e rotativo che usano una singola sorgente laser per due sistemi di taglio con potenze da 750 Watt fino a 3000 Watt.